HOME Donna & Mamma Glossario Shopping

Home > LA NASCITA> Seggiolino, alcuni suggerimenti importanti

Seggiolino, alcuni suggerimenti importanti

Si sa, il seggiolino auto è lo strumento prezioso che può salvare la vita dei nostri bambini quando viaggiamo.
Non tutti però ne conoscono l’uso corretto.
Vediamo quindi alcuni accorgimenti.

1)Acquistare un seggiolino adatto all’età ma soprattutto al peso del piccolo. Si parte dal cosiddetto “ovetto” 0-13 kg che si aggancia in senso contrario a quello di marcia (gruppo 0), si arriva al seggiolino fino ai 18 Kg (gruppo 1), fino ad arrivare a quelli per i bimbi più grandicelli, diciamo dai 4 anni in su (gruppo 2 e 3) che a volte si compongono anche solo di un rialzo sulla seduta.

2) Spesso i bimbi tentano di divincolarsi dalle cinghie e sfilarsele. E’ buona norma controllarne la lunghezza pechè questo non accada, senza pero’ stringere troppo.
E’ dura, si sa, far fare ad un bambino ciò che non vuole. Cerchiamo il più possibile però di mantenerlo in misura di sicurezza. Il solo aggancio centrale, senza le spalle, potrebbe far balzare il busto in avanti ed essere pericoloso. Non ci sono molte soluzioni.

3) Il posto più sicuro dove agganciare il seggiolino è sul sedile posteriore, preferibilmente in centro.
Fermo restando questo, non tutti sanno che è possibile agganciarlo anche davanti, sul sedile passeggero. E’ legale, nessuno può dirvi nulla. Tant’è che nelle auto a soli 2 posti ( spider o smart…) la scelta è obbligata. L’importante, e qui invece non si transige, è che in presenza di airbag, questo venga disinserito, in tutti i casi, sia che il bimbo viaggi in senso contrario a quello di marcia, sia che viaggi guardando la strada, in quanto la sua altezza non è quella giusta per un eventuale scoppio dell’airbag. Rischierebbe di investirlo in pieno viso.

4) Sembra superfluo dirlo ma non lo è: agganciate sempre i vostri bimbi, metteteli sempre sul seggiolino, anche per brevi tragitti.
Sembra scontato, ma girando ho visto spesso bambini non allacciati o peggio ancora in braccio alle mamme davanti. Il “breve tragitto” non lo giustifica, perché un incidente, anche grave, avviene solo in pochi metri. E la vostra attenzione non basta, ci vuole anche quella degli altri. Quindi non transigete. Per non pentirvene dopo!

©MotherLife.com