HOME Donna & Mamma Glossario Shopping

Home > Glossario > VAG-VUL

 

Glossario VAG-VUL


Vagina (vagina): canale virtuale elastico ed estensibile, compreso tra l’utero e la vulva. è l’organo che permette l’accoppiamento.

Vaginite (vaginitis): infiammazione della vagina. Può essere causata da microrganismi (come gonococchi, stafilococchi, spirochete), irritazioni chimiche, infezioni funginee (candida albicans), infezioni da protozooi, irritazioni da corpi estranei, vitaminosi, vermi intestinali o condizioni che coinvolgono la vulva e le aree circostanti (come la scarsa igiene).
In gravidanza, se non trattata, può essere responsabile di minaccia di parto prematuro e di infezioni neonatali del bambino.

Vaginosi (vaginosis): Alterazione dell’ecosistema vaginale, cioè l’alterazione del numero e del tipo di batteri che costituiscono l’ambiente vaginale.
I fattori che la favoriscono sono: le terapie antibiotiche, l’utilizzo dei tamponi vaginali trattenuti per troppo tempo, l’uso della spirale, l’inizio precoce della vita sessuale, la scarsa igiene.
È caratterizzata da: aumento di perdite dai genitali, di colore bianco-grigiastro, fluide, spesso schiumose e di odore pungente, sensazione di fastidio alla vulva.
È facilmente recidiva.

Valutazione rischio (risk assessment): sistematica intervista alla persona assistita atta a designare la sua storia medica, familiare, sociale e comportamentale al fine di assisterla nel migliore dei modi stabilendo i suoi potenziali rischi nello sviluppare una patologia.

VBAC (vaginal birth after caesarean):parto vaginale dopo il parto cesareo.

Vernice caseosa (vernix): sostanza cremosa di colore biancastro dovuta alla secrezione delle ghiandole sebacee nella vita endouterina. È costituita, inoltre, da peluria e da cellule corneificate desquamate. Ricopre la cute fetale e si accumula specialmente nelle regioni ascellari ed inguinali. Ha la funzione di esercitare un effetto protettivo sulla cute.
Si crea alla fine della 20° settimana, aumenta a partire dalle 24-25 settimane per poi diminuire dopo le 38 settimane, riducendosi a scarsa od assente nei nati oltre le 40 settimane.

Ventosa ostetrica (ventose; vacuum extractor):


strumento che consente di esercitare opportune trazioni sulla parte presentata, allo scopo di accelerare il parto.
Costituita da tre parti: sistema di ancoraggio ai tessuti della parte presentata, sistema di aspirazione e sistema di trazione.

Ventre pendulo: definito così quando vi è diastasi dei muscoli retti ed il luogo di minor resistenza della parete addominale è a livello dei quadranti inferiori. L’utero, perciò, si spinge in avanti e si arrovescia in basso.

Ventre “a punta”: le pareti addominali a livello dei quadranti superiori sono meno resistenti e l’utero si espande nell’area sovra-ombelicale.

Violenza contro le donne (violence against women): ogni atto basato su un comportamento e/o atto violento che risulti in un danno psicologico, fisico, sessuale o mentale oppure produca sofferenza nella donna.

Vulva (vulva): termine usato per indicare i genitali esterni della donna, che comprendono: il monte di venere, le grandi e le piccole labbra, il clitoride, il vestibolo vaginale, l’imene e il meato uretrale.


[a]-[b]-[c]-[d]-[e]-[f]-[g]-[h]-[i]-[j]-[k]-[l]-[m]-[n]-[o]-[p]-[q]-[r]-[s]-[t]-[u]-[v]-[z]

©MotherLife.com