HOME Donna & Mamma Glossario Shopping

Home > Glossario > GON-GRU

Glossario GON-GRU

[GAL-GEM] [GEN-GNR] [GON-GRU]


Gonadi (gonades): sono gli organi della riproduzione (testicolo e ovaie) all’interno dei quali avviene il delicato processo di preparazione dei gameti (spermatozoi e uova).

Gonorrea (gonorrhoea): Malattia infettiva sessualmente trasmessa, dovuta al Gonococco, che può essere causa di malattia infiammatoria pelvica o sterilità.

Gravidanza (pregnancy):


Stato fisiologico della donna caratterizzato dalla presenza nell’organismo di una o più uova fecondate e in via di sviluppo; esso inizia con la fecondazione e termina con la nascita del nuovo individuo.

Gravidanza a rischio: Gravidanza che presenta della complicanze o dei fattori che richiedono una sorveglianza medica più intensiva.

Gravidanza ectopica: Gravidanza in cui l’impianto dell’embrione avviene in sedi diverse da quelle abituali nella cavità endometriale. Quando l’annidamento ectopico avviene al di fuori dell’utero si parla di “gravidanza extrauterina”.

Gravidanza extreuterina:


Gravidanza al di fuori dell’utero. Le sedi più frequenti sono: la tuba (gravidanza tubairca), l’ovaio (gravidanza ovarica), la cavità addominale (gravidanza addominale).
La gravidanza extrauterina nelle prime settimane non è sempre facile da diagnosticare, inoltre può causare un’emorragia interna che richiede l’immediato intervento dei medici.

Gravidanza molare: Gravidanza caratterizzata da uno sviluppo anomalo del tessuto placentare. Viene chiamata anche malattia trofoblastica gestazionale.

Gravidanza multipla: Gravidanza in cui si sviluppano due o più feti (gravidanza gemellare o prurigemina).

Gravidanza protratta: Gravidanza che si protrae oltre le 42 settimane complete (294 giorni) contando a partire dal primo giorno dell’ultima mestruazione.

Gruppo sanguigno e fattore Rh (): Sono termini utilizzati per definire la differenze sierologiche tra gli individui.
Il gruppo sanguigno è determinato dalle caratteristiche del globulo rosso, il quale possiede sulla superficie delle sostanze chiamate A, B, O. Queste sostanze se introdotte in un organismo in cui non sono presenti provocano una grave reazione di
incompatibilità.
Il fattore Rh è un’altra caratteristica dei globuli rossi presente (Rh+) o assente (Rh-) che determina una reazione di incompatibilità, però non immediata, ma che si verifica a una seconda introduzione. Per il fattore Rh la reazione di
incompatibilità si manifesta nel sangue di individui Rh- al sopraggiungere di sangue Rh+.
L’incompatibilità Rh non si presenta mai alla prima gravidanza, ma è possibile nelle gravidanze sucessive. Per evitare che questa evenienza si presenti è sufficente entro 72 ore dalla nascita del bambino Rh+ da madre Rh- praticare alla madre un’immunoprofilassi.


[GAL-GEM] [GEN-GNR] [GON-GRU]

[a]-[b]-[c]-[d]-[e]-[f]-[g]-[h]-[i]-[j]-[k]-[l]-[m]-[n]-[o]-[p]-[q]-[r]-[s]-[t]-[u]-[v]-[z]

©MotherLife.com